Friday, October 25, 2013

Il bizzarro incidente del tempo rubato (Perfect) - Rachel Joyce



Titolo/ Title: Il bizzarro incidente del tempo rubato / Perfect
Autore/ Author: Rachel Joyce
Series: -
Casa Editrice/ Publisher: Sperling&Kupfer / Random House
Published: 2013
Pagine/ Pages: 371 (IT) / 369 (US)
Genere / Genre: novel 
Link: Amazon.it, Amazon.com, Anobii, Goodreads, Bookdepository
Rating: 


Sommario:Nel 1972 Byron Hemmings ha undici anni e una vita perfetta: vive in una grande casa elegante, ha una mamma impeccabile che fa impallidire tutte le altre, frequenta una scuola privata che è l'anticamera di una carriera dorata e il suo migliore amico, James, è il ragazzino più sveglio che conosca. Tanto sveglio da leggere il Times e da scovare la notizia del secolo: quell'anno verranno aggiunti due secondi al tempo, per allineare gli orologi al movimento naturale della Terra. Mentre James considera l'evento l'ennesima conquista del Ventesimo secolo - l'uomo è persino andato sulla Luna - per Byron quei due secondi diventano un'inquietante ossessione: come si può alterare il tempo senza provocare conseguenze irreparabili? La conferma ai suoi dubbi arriva la mattina in cui, come sempre, la mamma lo sta portando a scuola con la sua Jaguar fiammante: è in ritardo e, per fare più in fretta, rompe lo schema ordinato di ogni giorno imboccando una strada nuova. Dalla fitta nebbia sbucano case fatiscenti, alberi giganteschi e, all'improvviso, una bambina su una bicicletta rossa. Proprio mentre Byron vede le lancette del suo orologio andare indietro di due secondi. Poi tutto sembra tornare normale: la mamma non si è accorta di nulla, la scorciatoia li ha fatti arrivare puntuali e il tempo ha ricominciato a scorrere con il suo ticchettio regolare. Soltanto Byron sa che quell'attimo ha cambiato ogni cosa, che la sfera perfetta della sua esistenza si è impercettibilmente incrinata.


Il bizzarro incidente del tempo rubato è uno di quei libri che attendevo da parecchio. Dopo essermi innamorata pazzamente dello stile della scrittrice con L'imprevedibile viaggio di Harold Fry, non potevo che aspettare trepidante questa sua nuova uscita. La trama era a dir poco originale: nel 1972 vengono aggiunti due secondi al tempo e questo fatto scombussola così tanto la vita di Byron da influenzarne tutto il corso.

Quando ho finalmente avuto il libro tra le mie mani, ammetto di non essermi buttata subito nella lettura, timorosa di rimanere delusa da un'autrice che mi aveva colpito tanto favorevolmente. Una cosa è stata chiara fin dall'inizio: il libro è decisamente particolare e potrebbe lasciare un po' perplessi.

La vita di Byron è sconvolta dalla notizia che il governo aggiungerà due secondi al tempo e lui e l'amico James cominciano a ipotizzare congiure e complotti. Quando la madre di Byron, Diana, decide di prendere una prendere una scorciatoia con l'auto, passando per un quartiere malfamato, tutto cambia. Basta un attimo di distrazione e l'auto sbanda. In quel momento, Byron vede le lancette dell'orologio andare indietro e una bambina finire sotto l'auto. Sua madre riparte, senza essersi accorta di nulla, ma Byron sa e porta con sé quel terribile segreto, che cambierà per sempre la sua vita e quella della sua famiglia.

Parallelamente seguiamo la storia di Jim, un cinquantenne ossessivo-compulsivo, innocuo ma pieno di manie, che ha passato gran parte della sua vita in istituti di igiene mentale, che per stare tranquillo ricerca numeri e saluta oggetti. Il nesso fra le due storie, che procedono alternandosi di capitolo in capitolo, non ci è chiaro fino alle ultime pagine, in cui viene svelato il mistero.

A mio parere, la Joyce riconferma ancora una volta la sua bravura nell'immedesimarsi in personaggi sempre diversi: dall'anziano Harold al giovanissimo Bryon, dalla casalinga e madre perfetta Diana a Jim, il cinquantenne con problemi psicologici. Le sue storie non sono propriamente drammatiche, quanto piuttosto amare e con una grande indagine psicologica, minuziosa e accurata. La bravura della Joyce nel cogliere le sfumature della personalità di ognuna delle figure che popolano il libro è indubbia; la sua penna tratteggia sapientemente un quadro realistico e ben strutturato. Una famiglia con un padre assente, una madre oppressa dalle convenzioni e dal cercare di essere sempre all'altezza, una società pronta a giudicare… un ritratto della società dell'epoca molto particolareggiato e azzeccato.

Non è un libro facile e ho faticato più a entrare nella storia rispetto al suo romanzo di esordio, tuttavia, la narrazione e la psicologia dei personaggi mi hanno appassionato e anche il dramma familiare di Byron sono analizzati in modo così sublime che, nonostante la lettura sia proceduta un po' a rilento, è impossibile non apprezzare.


Decisamente continuerò a leggere qualsiasi cosa porti la sua firma!



Synopsis: In 1972, two seconds were added to time. It was in order to balance clock time with the movement of the earth. Byron Hemming knew this because James Lowe had told him and James was the cleverest boy at school. But how could time change? The steady movement of hands around a clock was as certain as their golden futures.

Then Byron's mother, late for the school run, makes a devastating mistake. Byron's perfect world is shattered. Were those two extra seconds to blame? Can what follows ever be set right


Perfect was one of those books I had been waiting for. After falling madly in love with the writing style of the author of The unlikely pilgrimage of Harold Fry, I just couldn't help waiting eagerly for this new release. The plot was absolutely original: in 1972, two seconds are added to time and this fact changes so much Byron's life that it influences its whole course.

When I finally had the book in my greedy hands, I admit I didn't start reading it right away, afraid to be disappointed by an author whom I loved. One this was pretty clear from the start: the book is peculiar and it might leave you a bit perplexed.

Byron's life is overturned by the news that the govern is going to add to seconds to time and his friend James and he start to make hypothesis about complots and such. When Byron's mother, Diana, decides to take a shortcut with her car through a very poor part of the town, everything changes. The car swerves and in that moment Byron sees his clock ticking backwards and a girl disappearing after the car has crashed. Her mother goes away, without noticing anything, but Byron knows and hides this terrible secret, which will change his life and that of his family forever.

At the same time, we follow the story of Jim, a fifty-year-old man suffering from OCD, who spend most of his life in a mental institution and whom, to feel safe, need to look for special numbers and say hello to things. The link between the two stories, which keep alternating over each chapter, is not that clear up until the last pages, where the mystery is solved.

In my opinion, Joyce confirms one again her talent in walking into different characters' shoes: from the old Harold to the young Byron, from the perfect housewife and mother Diana to Jim, the adult man with a psychological disorder. Her stories at not really dramatic, I would define them as 'bitter' and with a detailed and accurate psychological analysis. Joyce's talent lays in capturing all the shades of her characters' personalities and her pen creates a vivid and realistic world. A family with an absent father, a mother oppressed by conventions and by trying to be perfect, a society ready to judge… this is a wonderful and sad portray of that period.

It is not an easy reading and it did take me longer to get into the story than her debut novel. The narration and the psychology of the characters fascinated me and even Byron's family drama are described in such a sublime way that, even if I read it slower, it's just impossible not to appreciate it.


I'll make sure to read anything she'll write in the future! 

4 comments:

  1. Ciao ^^ sono un nuovo membro. Il tuo blog mi ha piacevolmente sorpreso perché è scritto sia in inglese che in italiano ( oltre che per l'intestazione fantastica *.*)....ed è una cosa veramente degna di nota ^^
    Se ti va di passare anch'io ho un piccolo angolino...tutto in italiano per ora XD

    ReplyDelete
  2. Ah...ho inserito il tuo banner nel mio blog ;)

    ReplyDelete
  3. questo libro mi interessa molto, credo che la trama sia originale e pensare che due secondi possano cambiare la vita *-* è affascinante

    ReplyDelete
  4. I have never read anything by this author- but I loved hearing about the excitement you felt when you got this book in your hands. It sounds like a unique book and it is interesting to contemplate the difference two seconds can make. Thanks for sharing. :)

    ReplyDelete